QuiArese

Lunedì 1 maggio 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Sisma in centro Italia, la solidarietà di Arese

Sisma in centro Italia, la solidarietà di Arese

E-mail Stampa PDF

27 gennaio 2017 - L’amministrazione ha fatto il punto sulla raccolta di fondi destinati alle popolazioni colpite dal sisma in centro Italia, che aveva visto la massiccia partecipazione degli aresini, in particolare durante la festa delle associazioni dello scorso mese di settembre (leggi qui). In quella occasione, grazie all’iniziativa dell’Amatriciana solidale, ad Arese erano stati raccolti circa 11 mila euro, che l’amministrazione aveva annunciato sarebbero stati utilizzati per l’acquisto di un mezzo per il trasporto di pensione anziani e disabili da destinare al Comune di Accumoli, il cui mezzo attrezzato era andato distrutto nel sisma dell’agosto scorso.

“Già nei giorni successivi al sisma - spiegano dal Comune - l’amministrazione è riuscita a stabilire un contatto diretto con la cittadina di Accumoli e con il Comune di Monsampietro Morico, ipotizzando in un primo momento di finalizzare i soldi raccolti nell'acquisto di un mezzo per il trasporto di pensione anziani e disabili e successivamente all'acquisto di moduli abitativi. Paradossalmente, nonostante le evidenti necessità di accelerare i tempi per rispondere ai bisogni delle popolazioni colpite, i Comuni si sono trovati nella difficoltà ‘burocratica’ di accettare donazioni e beni duraturi”.

Queste difficoltà, unite al fatto che purtroppo le scosse sismiche non si sono fermate, hanno però indotto il nostro Comune a un cambio di programma. “I tanti Comuni colpiti - prosegue l’amministrazione - sono messi a dura prova sia da questi violenti terremoti sia dalle condizioni meteo. Le nuove esigenze hanno indotto un ‘cambio di programma’. Su richiesta dei Comuni interessati, in particolare quello di Montereale, i fondi raccolti fino a ora saranno utilizzati per l'acquisto di moduli prefabbricati da utilizzare come bagni e spogliatoi a servizio della tensostruttura adibita all'assistenza della popolazione”.

Il nostro Comune ha poi risposto anche all’appello di Romina Gualtieri, sindaco di Monsampietro, che evidenziava un’altra emergenza legata al vestiario adatto alla stagione invernale, di cui tanto hanno bisogno le persone colpite e i soccorritori. E in questo caso il Comune di Arese ha annunciato che già lunedì partirà il primo camion con tutto il materiale che si è riusciti a raccogliere in questi giorni.

La macchina della solidarietà di Arese, però, non si ferma. Da lunedì 30 gennaio e per tutto il mese di febbraio, infatti, presso il Centro civico, i volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri di Arese, dell'Associazione Nazionale Alpini di Arese, del Rotary club Garbagnate Groane, coordinati dall'Associazione Maisha Marefu, raccoglieranno tutto ciò che i cittadini e le aziende potranno donare: abbigliamento, generi alimentari, giocattoli per bambini, e altri generi di prima necessità. "Siamo certi - commenta il sindaco, Michela Palestra - che Arese confermerà il grande cuore dei suoi cittadini. Se possiamo dare un attimo di respiro a questa popolazione così gravemente colpita, noi non ci tiriamo indietro e siamo convinti che anche gli aresini faranno altrettanto”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

il_centro_storico.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...

 

"L'amministrazione si è dimenticata di via Leopardi?"

04 novembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo queste segnalazioni di un lettore, che si riferiscono in particolare a via Leopardi e alle criticità che, secondo quanto sostiene il le...

 

"Diamo un senso... unico alle nostre biciclette"

Già nel luglio di quest’anno ho notato e fatto notare senza alcuna risposta il comportamento di molti aresini che percorrono contromano in bicicletta le vie Mattei e Caduti, e f...

 

Città del verde o "impero delle deiezioni canine"?

Buongiorno (mio marito vi ha già scritto per la pantegana davanti al canile credo, ormai ci conoscete.) Mi ricordo che mentre ero in dolce attesa e abitavamo a Roma nel 2007, (cit...