QuiArese

Sabato 21 ottobre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Centro civico, fino al 1 aprile si vota per il nome

Centro civico, fino al 1 aprile si vota per il nome

E-mail Stampa PDF

22 marzo 2017 - Si sono aperte ieri, e si chiuderanno il prossimo 1 aprile, le votazioni per scegliere il nome da assegnare al nuovo Centro Civico. Il processo di voto giunge al termine di un percorso disegnato dall’amministrazione e portato avanti da un gruppo di lavoro composto da politica e rappresentanti delle associazioni locali che hanno aderito al bando, che negli intenti dell’amministrazione doveva garantire il massimo coinvolgimento della cittadinanza sia nella proposta dei nomi che nella scelta finale, allo scopo di creare un senso di appartenenza e di appropriazione di uno spazio pubblico importante per la città.

Il totale sono pervenute da parte degli aresini 451 proposte di nome, e il gruppo di lavoro ha selezionato le dieci reputate più in linea con i criteri previsti dal concorso di idee. E sono proprio queste dieci proposte che sono ora sottoposte al voto degli aresini, che definirà quale nome sarà assegnato al Centro Civico. Da notare che ben sei delle proposte portano il nome di italiani che si sono contraddistinte in ambito culturale o scientifico, tre sono evocative di quello che dovrebbe essere il contesto del luogo e una porta il nome di due personaggi shakespeariani. Nel dettaglio io nomi che gli aresini possono votare sono infatti AREtec@, Umberto Eco, Dario Fo, Giulietta & Romeo, Margherita Hack, L’Agorà, Rita Levi Montalcini, LiberaMente, Alda Merini e Altiero Spinelli.

Nella scheda di voto, che è disponibile al banco prestiti della biblioteca o scaricabile dal sito del Comune (clicca qui), sono indicate le motivazioni dei proponenti e/o una breve descrizione del personaggio. Si potranno scegliere fino a tre nomi e a ognuno di essi, in fase di spoglio, saranno attribuiti 5 punti, 3 punti e 1 punto, a seconda dell’ordine di preferenza espresso dal votante. La scheda potrà essere consegnata al Centro Civico fino al 1 aprile, negli orari di apertura della biblioteca. Per votare è necessario essere residenti ad Arese da almeno sei anni e presentare un documento di identificazione.

“Siamo giunti - commenta il sindaco, Michela Palestra - alla fase conclusiva e decisiva di questo percorso che ha visto un'ampia partecipazione. Ringraziamo i tanti cittadini che hanno presentato le loro proposte, il gruppo di lavoro per il sostegno fondamentale che ha saputo dare a questo progetto e chi, in questa fase finale, contribuirà a scegliere il nome del Centro civico. A tre mesi dall'inaugurazione, possiamo dire che il Centro civico si conferma luogo della socialità aresina, sia per la frequenza continua di studenti e fruitori della biblioteca, sia per l'adesione e la presenza alle numerose iniziative organizzate nella sala polivalente e al caffè letterario. È uno spazio nato per i cittadini, a cui ora rivolgiamo il nostro appello per definirne il nome, affinché sia una scelta condivisa e sentita da tutti”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

il_comune_2.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...