QuiArese

Lunedì 25 settembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Licei Russell e Fontana a scuola di igiene urbana

Licei Russell e Fontana a scuola di igiene urbana

E-mail Stampa PDF

30 marzo 2017 - Quest’anno più degli altri il liceo Russell-Fontana propone per le sue prime classi il progetto “La terra non appartiene all’uomo, ma l’uomo alla terra”. Gianfranco Picerno, assessore al territorio e all’ambiente di Garbagnate Milanese, ha tenuto una conferenza al fine di trasmettere l’importanza della salvaguardia dell’ambiente. La conferenza si è tenuta martedì 21 marzo presso il liceo Bertrand Russell di Garbagnate Milanese e venerdì 24 marzo presso il liceo Fontana di Arese. L’argomento principale è stato il rifiuto a scala locale e l’informazione sulla raccolta differenziata, problemi all’ordine del giorno nella nostra società.

La presentazione ha avuto inizio dopo un breve video introduttivo sull’ambiente e con l’ausilio di immagini, raffiguranti l’evoluzione odierna della qualità della vita, Picerno ha voluto trasmettere ai ragazzi che con l’aumento del benessere arriva l’eccesso e di conseguenza l’incremento dei rifiuti da smaltire.

Successivamente sono state mostrate nuove immagini di forte impatto: una discarica a cielo aperto in India e, più vicino a noi, una piccola zona del parco delle Groane ricoperta dai rifiuti, il parcheggio costruito per Expo ad Arese anch'esso trattato come discarica, e infine un luogo a 650 metri dal liceo Russell in cui si trovano rifiuti edili lungo i margini delle strade. Questo per far comprendere ai ragazzi che il problema riguarda tutti ed è dovere di tutti occuparsene. L’assessore afferma che “l’informazione e le buone pratiche partono dalla scuola ed è perciò necessario che i ragazzi sappiano che ognuno di noi può fare la differenza”.

Ogni anno a Garbagnate Milanese vengono prodotte circa 12 mila tonnellate di rifiuti di cui ben 3.800 non sono differenziate (ciò che noi comunemente chiamiamo “secco” viene infatti bruciato a pochi chilometri dalla nostra scuola in uno stabilimento a Pero). Questo implica difficoltà nel loro smaltimento e di conseguenza dei costi alquanto elevati. Inoltre lo smaltimento di materiali tossici, come la vernice, costa 800 euro per tonnellata e quello dei medicinali implica un costo di 600 euro a tonnellata.

Concludendo possiamo quindi osservare quanto sia importante differenziare i rifiuti dal momento che ci permette di riciclare i beni e riutilizzarli, di risparmiare sui costi dello smaltimento e infine contribuire a mantenere il nostro territorio pulito.

Servizio di Ruggero Alario, Beatrice Bedin, Elios De Marco, Silvia Genoni, Luca Morales

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...