QuiArese

Martedì 20 febbraio 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Inquinamento: misure più restrittive anche ad Arese

Inquinamento: misure più restrittive anche ad Arese

E-mail Stampa PDF

17 gennaio 2018 - Fino al prossimo 31 marzo saranno in vigore anche ad Arese le disposizioni della Legge regionale n. 24/2006, che stabilisce le "Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell'ambiente". Le cosiddette "Misure antismog" sono adottate in attuazione del Piano regionale degli interventi per la qualità (PRIA) e dell'Accordo di programma del bacino padano, e non prevedono solo limitazioni alla circolazione delle auto, ma anche divieti in ambito civile.

Per quanto riguarda le auto, la Legge regionale pone in essere un divieto di circolazione dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria compresa tra le 7.30 e le 19.30, di tutte le Euro 0 a benzina, di tutti i diesel fino a Euro 2 compreso e di tutti i ciclomotori a due tempi di classe Euro 1. Per i ciclomotori a due tempi Euro 0 il divieto è esteso a tutta la giornata.

Questa è la regola generale, ma le misure diventano ancora più restrittive nel caso venisse superata la soglia media giornaliera di 50 mg/m3 di PM10, per quattro giorni consecutivi. In questo caso le misure sopra elencate sarebbero estese a tutti i giorni della settimana, compresi sabato, domenica e festività infrasettimanali, nella fascia oraria 8.30-18.30. I divieti alla circolazione si estenderebbero poi alle vetture diesel Euro 3 ed Euro 4 dalle ore dalle 8.30 alle 18.30, divieto che includerebbe anche i veicoli destinati al trasporto di cose di classe Euro 3, limitatamente alla fascia oraria 8.30-12.30.

Per quanto riguarda i divieti in ambito civile, non potranno essere utilizzati i generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle. Vietate anche le combustioni all'aperto come barbecue, fuochi artificiali, falò (ad esclusione di quelle legate a manifestazioni di caratere socio culturali che valorizzano le tradizioni locali) e viene introdotto il limite dei 19 gradi (con tolleranza di 2 gradi) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali.

Ulteriori restrizioni saranno applicate qualora la soglia media giornaliera di 50 mg/m3 di PM10 fosse superata per 10 giorni consecutivi. In questo caso il divieto di circolazione per i veicoli destinati al trasporto di cose di classe emissiva Euro 3 sarebbe esteso fino alle 18.30, e anche gli Euro 4 della stessa categoria non potrebbero circolare dalle 8.30 alle 12.30. In ambito civile salirebbe a 4 stelle la classificazione ambientale delle stufe a che non potrebbero essere accese.

La lista delle deroghe comprende i veicoli ibridi, quelli a gas o gpl, i diesel dotati di filtro FAP, quelli storici, i motocicli o ciclomotori a quattro tempi, i veicoli con finalità pubbliche o sociali, i veicoli degli ambulanti in giorno di mercato, i veicoli anche privati che svolgono funzioni di pubblica utilità, le macchine agricole e gli autoveicoli con a bordo almeno tre persone (car pooling).

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera_2.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...