QuiArese

Martedì 20 febbraio 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Cronaca Cronaca Adp e trasporto pubblico: 50 milioni di euro da sbloccare

Adp e trasporto pubblico: 50 milioni di euro da sbloccare

E-mail Stampa PDF

31 gennaio 2018 - Fino a 50 milioni di euro. Era questa la cifra stanziata 14 anni fa, nella Legge Finanziaria del 2004, a favore del recupero dell'area ex Alfa Romeo. Un budget che non è mai stato toccato, e che ora il Comune di Arese, la Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia chiedono sia messa a disposizione per interventi legati allo sviluppo di una adeguata rete di trasporto pubblico tra l’Area Ex Alfa Romeo e Milano.

E' questa la richiesta contenuta in una lettera indirizzata dal sindaco di Arese, Michela Palestra (nella foto), del sindaco della Città Metropolitana di Milano, Giuseppe Sala e dal presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, al ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e al ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. Come emerge dal testo della lettera, tutti gli enti seduti al tavolo dell’Accordo di Programma concordano sull’importanza di impiegare cospicue risorse che ci sono e sono già destinate all’area per dotare l’Area ex Alfa Romeo di un collegamento stabile, efficiente ed efficace verso Arexpo e quindi con il Comune di Milano.

"Ci preme ricordare - si legge nella missiva - che con la Legge di Bilancio per l’anno 2005 (articolo 1 comma 265 della Legge 30.12.2004, n. 311), il Parlamento ha stanziato importanti risorse relative proprio all’intervento di reindustrializzazione e di promozione industriale dell’area oggetto dell’Accordo di Programma sui territori dei Comuni di Arese, Rho, Garbagnate Milanese e Lainate. Dette risorse non sono state utilizzate nelle precedenti fasi ma potrebbero costituire un volano fondamentale per il finanziamento di interventi infrastrutturali di trasporto pubblico, necessari e funzionali agli insediamenti previsti nell’area oggetto di intervento, per la connessione con Arexpo e quindi con il Comune di Milano. Siamo quindi a chiedere un Vostro interessamento affinché la disponibilità di tali risorse possa essere destinata al cofinanziamento di un sistema di accessibilità di trasporto pubblico locale all’area oggetto del processo di reindustrializzazione e di nuovo insediamento".

A seguito dell’invio della lettera dello scorso giovedì 25 gennaio 2018,  le istituzioni locali firmatarie stanno lavorando per ottenere un appuntamento congiunto a Roma per discutere la questione con i soggetti coinvolti, per definire le procedure da seguire e gli atti formali necessari. A questa lettera se ne aggiungerà un’altra a sostegno firmata dai sindaci di Lainate e Garbagnate Milanese che appoggeranno questa richiesta.

“Mi preme sottolineare - aggiunge il sindaco aresino, Michela Palestra - il profondo significato di questa lettera che evidenzia come una ferma e chiara richiesta del Comune di Arese ai tavoli preposti, ha determinato la presa di posizione sia di Regione Lombardia che di Città Metropolitana di Milano al fianco del nostro Comune. Sono molto soddisfatta di questo primo importante risultato perché non fa che rafforzare la convinzione che porsi con fermezza, chiarezza e determinazione nelle sedi preposte sia una responsabilità alla quale non ci siamo mai sottratti e la nostra determinazione nel porre condizioni ragionevoli e condivisibili  ha condizionato e influenzato positivamente anche le azioni degli altri enti pubblici seduti al tavolo dell’accordo di programma. Ovviamente questa lettera costituisce un punto di partenza e non certo un arrivo poiché deve seguire un iter formale per l’attribuzione di queste importanti risorse economiche allo sviluppo di un sistema di trasporto pubblico dedicato, in sede propria, efficiente ed efficace. Giova ricordare che le risorse a cui si fa riferimento sono davvero ingenti. Nella legge finanziaria del 2004 erano stati stanziati circa 50 milioni di euro e fino a questa cifra potrebbe ammontare l'importo da dedicare a questo importante progetto di trasporto pubblico. Tali risorse sono destinate all'Area Ex Alfa Romeo sin dal 2004 e da tempo sono disponibili ma nessuno fino ad ora è riuscito a condurre un'azione che li renda disponibili. Ora siamo sulla buona strada. Questo è e rimane uno dei nostri obiettivi".

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

la_chiesa.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...