QuiArese

Domenica 30 aprile 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Dal Comune Dal Comune Bilancio partecipativo: al Csda c'è il "quadrato"

Bilancio partecipativo: al Csda c'è il "quadrato"

E-mail Stampa PDF

23 febbraio 2016 - Prosegue la realizzazione delle proposte che si sono aggiudicate un budget nell’ambito del bilancio partecipativo. Questa volta è il turno della “Pedana del corpo libero”, un progetto presentato da Alice Rizzi che è risultato tra i più votati nell'area cultura “Cultura, sport e giovani”. A gennaio, nella palestra del centro sportivo, è stato quindi montato il soprannominato “quadrato”, ovvero la pedana del corpo libero, che è un attrezzo della ginnastica artistica sul quale gli atleti possono eseguire difficoltà acrobatiche e artistiche con minor rischio di infortunio. Il quadrato è costituito da pannelli elastici appoggiati su più di duecento molle e misura 14x14 metri. La sua dimensione permette a un buon numero di atleti di poter lavorare contemporaneamente, in maniera tale da poter proporre un maggior numero di corsi e permettere a più bambini di conoscere questo sport.

“La palestra - dice Alice Rizzi, che si era fatta promotrice della proposta nella prima tappa del bilancio partecipativo - ha cambiato subito volto ed è diventata quella che, nei nostri sogni di tanti anni, si definisce una vera struttura adatta a qualsiasi attività promozionale e agonistica. Difficile descrivere le emozioni di quel giorno: gioia, adrenalina, allegria e una grande voglia di condividere questa esperienza e tutta una programmazione di attività con quante più persone possibile. La pedana del corpo libero permette l’organizzazione di molti eventi, come ad esempio lo stage di ginnastica artistica che si è svolto domenica 16 gennaio condotto dall’Olimpionica Lia Parolari. Numerosi i partecipanti a questa manifestazione, piccoli e grandi ginnasti si sono allenati con Lia e hanno sperimentato la nuova pedana. Essendo un attrezzo omologato per le gare darà la possibilità al centro sportivo comunale di ospitare altre società per affrontare allenamenti, prove gara, collegiali. Grande utilizzo ne fanno, oltre ai 250 iscritti della sezione ginnastica artistica, anche i ragazzi dei licei aresini, che possono accedere al Palagym e provare esercizi nuovi, ma anche il gruppo di break dance che si scatena eseguendo salti acrobatici di tutto rispetto. Un dato importante per lo sport aresino”.

“Siamo felici - commenta invece il sindaco, Michela Palestra - di vedere che, una alla volta, le varie proposte vincitrici del bilancio partecipativo si stanno realizzando. Per i progetti più impegnativi occorrerà pazientare un po' di più, ma certamente non mancherà il nostro impegno per raggiungere l'obiettivo e realizzare tutti le proposte vincitrici”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...

 

"L'amministrazione si è dimenticata di via Leopardi?"

04 novembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo queste segnalazioni di un lettore, che si riferiscono in particolare a via Leopardi e alle criticità che, secondo quanto sostiene il le...

 

"Diamo un senso... unico alle nostre biciclette"

Già nel luglio di quest’anno ho notato e fatto notare senza alcuna risposta il comportamento di molti aresini che percorrono contromano in bicicletta le vie Mattei e Caduti, e f...

 

Città del verde o "impero delle deiezioni canine"?

Buongiorno (mio marito vi ha già scritto per la pantegana davanti al canile credo, ormai ci conoscete.) Mi ricordo che mentre ero in dolce attesa e abitavamo a Roma nel 2007, (cit...