QuiArese

Sabato 21 ottobre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Dal Comune Dal Comune Buono sociale a favore degli anziani ospiti in Rsa

Buono sociale a favore degli anziani ospiti in Rsa

E-mail Stampa PDF

30 maggio 2016 - Nel bilancio del Comune di Arese c’è una voce che prevede un accantonamento di 160 mila euro per la costituzione di un Fondo Sociale a favore di progetti e interventi rivolti alle nuove aree di bisogno. Una scelta, spiegano dall’amministrazione dettata dall'ampliamento delle categorie d'utenza dei servizi, perché la crisi economica generale ha influito anche sul welfare locale. La notizia è che l’amministrazione ha deciso di utilizzare questi fondo per sostenere, tramite un buono sociale, le persone anziane che si trovano ricoverate in una Residenza Sanitaria Assistenziale (Rsa), che non deve necessariamente essere quella di Arese.

“Considerato- spiegano dal Comune - il progressivo fenomeno dell'invecchiamento della popolazione aresina, il cui indice di vecchiaia si sta tendenzialmente allineando a quello delle Regioni e dei Paesi considerati più vecchi, si è deciso di porre particolare attenzione ai bisogni degli anziani e delle loro famiglie attraverso l’attivazione di un buono sociale, progressivo per fasce ISEE, per i cittadini aresini anziani ricoverati in regime definitivo in una residenza sanitaria assistenziale”. Il buono sociale è stabilito in relazione all’Isee dei richiedenti, in base a un principio di equità sociale, in coerenza con la nuova normativa (DPCM 159 del 05/12/2013 e relativi provvedimenti attuativi) che vincola qualsiasi prestazione sociale agevolata alla presentazione dell’Isee dei beneficiari.

“L’amministrazione - commenta il sindaco, Michela Palestra - è consapevole del carico economico della cura degli anziani in ambito residenziale che le famiglie si trovano a sostenere, spesso in condizioni socio-economiche particolarmente faticose. Da qui la volontà di dare un contributo concreto agli anziani che vertono in situazioni economiche più vulnerabili, supportando i beneficiari e le loro famiglie nel pagamento della retta di ricovero”.

L’erogazione del buono sociale avverrà tramite bando destinato ai residenti nel Comune di Arese. Per partecipare al bando i richiedenti dovranno essere ricoverati presso una Rsa del territorio nazionale in regime “definitivo” tra il 1 maggio e il 31 dicembre 2016. Dal bando sono invece esclusi i ricoveri di sollievo e altre forme di ricovero temporaneo. Il richiedente non dovrà inoltre beneficiare di una copertura totale della retta di ricovero in Rsa a carico della Pubblica Amministrazione. Altro requisito è quello di avere un Isee in vigore (ai sensi del DPCM 159 del 05/12/2013 e relativi provvedimenti attuativi) non superiore a 40 mila euro (Isee per prestazioni socio sanitarie residenziali).

Per partecipare al bando di assegnazione del buono sociale sarà necessario presentare domanda, entro il 30 settembre 2016, presso l'Ufficio Protocollo del Comune. La modulistica è scaricabile dal sito del Comune (clicca qui).

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

alfa_romeo.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...