QuiArese

Giovedì 14 dicembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Dal Comune Dal Comune Biblioteca: una consultazione per scegliere il nome

Biblioteca: una consultazione per scegliere il nome

E-mail Stampa PDF

29 luglio 2016 - Un gruppo di lavoro e una consultazione tra i cittadini. E’ questo il percorso scelto dall’amministrazione per scegliere il nome della nuova biblioteca e centro civico. Sarà infatti sulla base dei criteri stabiliti dal gruppo di lavoro che verrà indetta una consultazione pubblica, tramite cui i cittadini potranno proporre un nome per la nuova Biblioteca - Centro Civico. Il gruppo di lavoro, tra tutti i nomi proposti, ne selezionerà dieci, che saranno poi sottoposti alla votazione della cittadinanza. Il nome che riceverà il maggior numero di voti sarà quello della nuova Biblioteca - Centro civico.

Per partecipare al gruppo, le istituzioni, come scuole pubbliche e private, enti morali, istituzioni religiose, e le associazioni iscritte all'albo o operative sul territorio comunale dovranno manifestare il proprio interesse entro il 16 settembre, compilando l'apposito modulo (clicca qui), che dovrà essere restituito in forma cartacea all'Ufficio Protocollo del Comune o via e-mail agli indirizzi Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro le ore 12.00 di venerdì 16 settembre.

“La nuova Biblioteca – Centro Civico - spiega il sindaco, Michela Palestra - si prepara a essere inaugurata a cavallo della fine dell'anno. Un'opera che ha richiesto un gran lavoro e che vogliamo offrire alla cittadinanza al più presto come luogo simbolo della vita culturale e sociale di Arese. Quello che vogliamo avviare ora è un percorso di partecipazione e coinvolgimento delle istituzioni, delle associazioni e, soprattutto, dei cittadini per dare un nome a questo luogo così importante per la città. Un nome che potrà essere quello di una donna, di un uomo o di un personaggio storico o artistico, un nome evocativo o suggestivo”.

Gli assessori Eleonora Gonnella e Giuseppe Augurusa spiegano poi il percorso che porterà al battesimo della nuova struttura: “Abbiamo pensato di istituire - dicono - un gruppo di lavoro per definire i criteri e le tappe del percorso per la definizione del nome della nuova Biblioteca – Centro Civico. Il gruppo di lavoro, poi, selezionerà dieci nomi tra tutti quelli proposti dai cittadini tramite consultazione pubblica. Tra questi, quello che riceverà il maggior numero di voti dei cittadini sarà quello della nuova Biblioteca - Centro Civico. Una sorta di ‘concorso di idee’ che renderà protagonisti attivi del processo decisionale i cittadini, le associazioni e le scuole”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

alfa_romeo.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...