QuiArese

Lunedì 18 marzo 2019
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eventi Eventi Uniter, giovedì conferenza-spettacolo con coro

Uniter, giovedì conferenza-spettacolo con coro

E-mail Stampa PDF

02 febbraio 2016 - Le prima conferenza Uniter di febbraio si terrà giovedì 4, come sempre all’auditorium Aldo Moro a partire dalle ore 15.00, e sarà “Migranti di ieri e di oggi, di e con Maria Grazia Vacalopulo e il Coro Uniter Vittorio Tosto. Una conferenza-spettacolo che presenterà la storia dell’emigrazione italiana di massa a partire dal 1876 fino agli anni settanta del Novecento, quando il nostro Paese ha cominciato a essere invece terra di immigrazione, con l'obiettivo principale di emozionare lo spettatore anche attraverso immagini, testimonianze, poesie, racconti e, soprattutto, quei canti popolari e quelle canzoni d'autore che hanno accompagnato la storia dei migranti di ieri e di oggi.

La conferenza era originariamente prevista per il 10 dicembre, ma è poi stata spostata per lasciare spazio agli spettacoli natalizi scolastici. “Il tema affrontato - commenta Vacalopulo - riguarda la storia dell’emigrazione di massa degli italiani a partire dal 1876 fino agli anni settanta del novecento, ma ci saranno anche collegamenti con  le migrazioni attuali di altri popoli verso l’ Italia e il continente europeo, con riferimento anche ai tragici avvenimenti recenti. Ci saranno momenti  emozionanti, grazie anche alla verve dei nostri narratori, Emma Pizzamiglio e Roberto Conti, a racconti, poesie e testimonianze, e alle numerose immagini d’epoca e ai filmati che sono stati preparati ha preparato. Ma soprattutto, grazie ai canti della tradizione popolare e alle canzoni d’autore che, anche in epoca moderna, sono state dedicate all’argomento, interpretati dal coro Vittorio Tosto e da alcuni solisti. In scena ci saranno 38 soci dell’Uniter, che meritano la presenza di tanto pubblico, anche solo per l’impegno veramente imponente da loro sostenuto”.

Maria Grazia Vacalopulo è da sempre appassionata di musica e di canto; ha studiato musica leggera e ha fatto parte di alcuni cori di musica da camera. Ex insegnante, è ora impegnata nelle attività educative scolastiche sui diritti umani in collaborazione con Amnesty International. È componente della Compagnia Teatrale Aresina e direttrice del coro dell'Uniter.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

il_comune_1.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Vegetti: "Caro Cda, è così che si torna riferimento sociale?"

12 dicembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Achille Vegetti, fino al maggio 2017 presidente della Cooperativa Agricola Edificatrice. Nella quale Vegetti sostiene ...

 

Studentessa aresina premiata dai Maestri del Lavoro

03 dicembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo contributo di Giorgio Fiorini, che ci parla del Convegno “Scuola-Lavoro” organizzato dal Consolato milanese della Federmaestr...

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...