QuiArese

Martedì 13 novembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Eventi Eventi Uniter, giovedì conferenza-spettacolo con coro

Uniter, giovedì conferenza-spettacolo con coro

E-mail Stampa PDF

02 febbraio 2016 - Le prima conferenza Uniter di febbraio si terrà giovedì 4, come sempre all’auditorium Aldo Moro a partire dalle ore 15.00, e sarà “Migranti di ieri e di oggi, di e con Maria Grazia Vacalopulo e il Coro Uniter Vittorio Tosto. Una conferenza-spettacolo che presenterà la storia dell’emigrazione italiana di massa a partire dal 1876 fino agli anni settanta del Novecento, quando il nostro Paese ha cominciato a essere invece terra di immigrazione, con l'obiettivo principale di emozionare lo spettatore anche attraverso immagini, testimonianze, poesie, racconti e, soprattutto, quei canti popolari e quelle canzoni d'autore che hanno accompagnato la storia dei migranti di ieri e di oggi.

La conferenza era originariamente prevista per il 10 dicembre, ma è poi stata spostata per lasciare spazio agli spettacoli natalizi scolastici. “Il tema affrontato - commenta Vacalopulo - riguarda la storia dell’emigrazione di massa degli italiani a partire dal 1876 fino agli anni settanta del novecento, ma ci saranno anche collegamenti con  le migrazioni attuali di altri popoli verso l’ Italia e il continente europeo, con riferimento anche ai tragici avvenimenti recenti. Ci saranno momenti  emozionanti, grazie anche alla verve dei nostri narratori, Emma Pizzamiglio e Roberto Conti, a racconti, poesie e testimonianze, e alle numerose immagini d’epoca e ai filmati che sono stati preparati ha preparato. Ma soprattutto, grazie ai canti della tradizione popolare e alle canzoni d’autore che, anche in epoca moderna, sono state dedicate all’argomento, interpretati dal coro Vittorio Tosto e da alcuni solisti. In scena ci saranno 38 soci dell’Uniter, che meritano la presenza di tanto pubblico, anche solo per l’impegno veramente imponente da loro sostenuto”.

Maria Grazia Vacalopulo è da sempre appassionata di musica e di canto; ha studiato musica leggera e ha fatto parte di alcuni cori di musica da camera. Ex insegnante, è ora impegnata nelle attività educative scolastiche sui diritti umani in collaborazione con Amnesty International. È componente della Compagnia Teatrale Aresina e direttrice del coro dell'Uniter.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

la_chiesa.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...