QuiArese

Domenica 25 giugno 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica Notizie Programma elettorale: bene scuola e sport

Programma elettorale: bene scuola e sport

E-mail Stampa PDF

05 agosto 2016 - Continua questa settimana l’analisi dello stato di avanzamento del programma elettorale della Giunta Palestra, a poco più di tre anni dal suo insediamento. Il capitolo è ancora quello intitolato “Le persone e la qualità della vita” e i temi trattati questa volta sono “Scuola ed istruzione” e “Sport”, che comprendono altre 25 azioni sulle 183 individuate in fase di preparazione della campagna elettorale. Il documento originale può essere scaricato da qui. L’analisi è stata effettuata indicando una percentuale di completamento, sapendo comunque che non tutti i punti realizzati o da realizzare hanno lo stesso peso, e con un voto qualitativo sul lavoro svolto finora, ovviamente soggettivo, da 1 a 10 che riflette anche il sentire comune monitorato sui social network e percepito nella “vita reale” grazie al nostro lavoro a contatto con il pubblico nel QuiArese TechCafé.

Il risultato non è certo un’analisi completamente oggettiva, ma vuole essere quanto meno un lavoro fatto tenendoci distanti sia dall’attività politica e gestionale dell’amministrazione sia dalle inevitabili polemiche sollevate dalle opposizioni.

Chi desidera leggere la prima parte di questa analisi trova qui l’articolo originale.

Capitolo: “Le persone e la qualità della vita”
Sezioni: Scuola ed istruzione, Sport

19 azioni su 25 realizzate
Percentuale di completamento: 76%

Valutazione qualitativa del lavoro già svolto: 7,5

“I diritti dei bambini costituiscono il riferimento più caro, urgente e prioritario su cui fondare il piano di governo della città,” si legge nella presentazione della sezione “Scuola ed istruzione”. “L'idea che abbiamo di scuola è quella di un luogo sicuro, ma soprattutto di ambiente dove valorizzare tutte le componenti cognitive della personalità dei bambini; un luogo dove possano acquisire una metodologia di pensiero che li renda gradualmente autonomi nella conquista del sapere e del proprio posto nel mondo e nella capacità di continuare ad imparare nel corso della vita”. Ma vediamo quanto di queste linee di principio si è finora concretizzato.

SCUOLA ED ISTRUZIONE - LE AZIONI PREVISTE:

  1. Sostenere economicamente le famiglie con ridotta ed insufficiente disponibilità di reddito e di risorse e/o in situazione di palese disagio - REALIZZATO
    La recente rimodulazione delle tariffe per l’iscrizione agli asili e per il servizio mensa sono la risposta a queste esigenze, anche se il risultato finale è che sono stati aumentati i costi per la maggior parte degli altri cittadini. Con un disagio non indifferente per quelle famiglie dove lavorano entrambi i genitori e con redditi complessivi compresi tra 15.600 e 25.000 euro.
  2. Facilitare per tali famiglie l'acquisto dei libri di testo e di altri sussidi didattici - REALIZZATO
    Il Comune fornisce gratuitamente i libri di testo a tutti gli studenti delle scuole primarie residenti ad Arese, mentre si appoggia al piano “Dote Scuola” della Regione Lombardia per le scuole secondarie.
  3. Adeguare i posti nell'asilo nido comunale alla richiesta e rimodulare le tariffe di accesso – REALIZZATO
    Il numero di posti non è cambiato (“I plessi scolastici aresini risultano essere ben dimensionati rispetto alla popolazione residente e in linea con gli standard quali/quantitativi richiesti dalle Dirigenti Scolastiche”, si legge nel “Piano comunale per l’attuazione del diritto allo studio - Anno scolastico 2015/2016”), ma le tariffe sono state rimodulate e il Comune ha aderito all’iniziativa regionale denominata “Nidi gratis”.
  4. Rivedere le tariffe del servizio di refezione scolastica, i servizi comunali integrativi (pre e post scuola), il trasporto di scuolabus e l'organizzazione delle visite guidate e delle escursioni didattiche - REALIZZATO
    Le tariffe sono state effettivamente riviste, ma il risultato è che a fronte di giusti vantaggi per chi è in condizioni di vera difficoltà (reddito Isee inferiore a 5.500 euro annui) si sono aumentati anche di oltre il 50% i costi per le famiglie con reddito Isee compreso tra 15.600 e 25.000 euro annui.
  5. Promuovere ed organizzare iniziative e percorsi formativi specifici destinati alle famiglie in modo da sostenerle nel difficile ruolo educativo con particolare riferimento all'assistenza di figli con disabilità gravi di tipo fisico e/o psichico - REALIZZATO
    In questi tre anni sono state promosse numerose iniziative, spesso in collaborazione con il Comitato Genitori Arese.
  6. Sostenere le famiglie durante la chiusura delle scuole organizzando campus ricreativi - REALIZZATO
    I campi estivi comunali, anche se con tariffe “rimodulate”, sono stati come di consueto organizzati.
  7. Favorire l'aggregazione tra i genitori e valorizzare le diverse forme organizzative istituzionali incentivando la loro collaborazione con l'istituzione scolastica - REALIZZATO
    La collaborazione con il Comitato Genitori Arese è di ottimo livello.
  8. Coinvolgere genitori ed anziani nell'ideazione, creazione e gestione di orto-giardini all'interno degli istituti o in aree verdi dedicate - NON REALIZZATO
  9. Istituire un tavolo di lavoro comune con tutti i soggetti interessati per condividere finalità, contenuti, ambiti e metodi di lavoro - REALIZZATO
    Non sappiamo se il “tavolo comune” sia stato formalmente istituito, ma il livello di collaborazione tra tutte le “agenzie educative” del territorio è molto elevato.
  10. Fornire una rendicontazione pubblica periodica e una restituzione in itinere dei risultati ottenuti presso la sede istituzionale del Comune e presso le singole istituzioni scolastiche - REALIZZATO
    Il “Piano comunale per l’attuazione del diritto allo studio - Anno scolastico 2015/2016” (scaricabile qui) è un documento molto interessante e completo. Si attende la versione 2016/2017.
  11. Pensare la scuola come uno spazio aperto alla propria utenza di riferimento e alla cittadinanza, anche oltre l'orario scolastico - NON REALIZZATO
    Forse il “pensiero” c’è, ma da un punto di vista pratico non ci sono novità significative rispetto al passato.
  12. Integrare e ampliare l’attuale sportello psicopedagogico, rivolto attualmente ai genitori, anche ai docenti e agli alunni - NON REALIZZATO


Una voce a parte è stata poi dedicata al fronte dell’alimentazione nel contesto scolastico.

SCUOLA ED ISTRUZIONE – ALIMENTAZIONE SCOLASTICA - LE AZIONI PREVISTE:

 

  1. 1. l'introduzione cibi biologici/filiera corta e prodotti alimentari “etici”, con educazione al consumo responsabile - REALIZZATO
    Per saperne di più si può consultare il documento “La carta dei servizi della ristorazione scolastica”.
  2. La valorizzazione della Commissione Mensa - REALIZZATO

 

11 azioni su 14 realizzatePercentuale di completamento: 78,6%

Valutazione qualitativa del lavoro già svolto: 7

Altra importante sezione è quella dedicata allo sport. “Lo sport,” si legge nel programma amministrativo, “è un punto fondamentale nell'idea che un'Amministrazione deve avere della città. Lo sport non è solo il miglior alleato per la salute, lo sport rappresenta uno dei migliori alleati per l'educazione dei ragazzi, per aiutarli a vivere in contesti collettivi dove rafforzare i legami di amicizia e con il territorio. Un'offerta impoverita dello sport sul territorio non è una questione che riguarda solo le famiglie e i ragazzi che praticano sport ma diventa un problema sociale”.

 

SPORT - LE AZIONI PREVISTE:

 

  1. La “Consulta dello sport” per permettere il coordinamento e la valorizzazione delle realtà sportive locali nelle loro diverse forme - NON REALIZZATO
  2. La razionalizzazione dell’uso delle strutture sportive e la verifica dell'assegnazione degli spazi garantendo l'accesso e un'equa suddivisione - REALIZZATO
    Ovviamente l’assegnazione degli spazi è avvenuta. Sull’equa suddivisione non tutti sono d’accordo.
  3. La creazione di luoghi per la pratica di sport liberi, diffusi sul territorio all'aperto e nei parchi (per esempio: basket, pallavolo, calcio, percorsi vita, skate park, running, nordic walking, yoga) - NON REALIZZATO

 

SPORT – CENTRO SPORTIVO DAVIDE ANCILOTTO - LE AZIONI PREVISTE:

  1. Consentire il libero accesso per una maggiore fruibilità della struttura - REALIZZATO
    Il libero accesso è oggi garantito a tutti anche grazie alla collaborazione di Sg Sport, che gestisce la struttura.
  2. Consentire l’utilizzo degli spazi “verdi”, come spazi aggregativi, attrezzati con tavoli e panche - REALIZZATO
    Le aree sono state riqualificate anche grazie al contributo di Sg Sport.
  3. Proporre attività ludiche e manifestazioni sportive per le diverse fasce di età - REALIZZATO
    La collaborazione con Sg Sport ha portato buoni frutti.
  4. Patrocinare eventi sportivi, anche di sport minori - REALIZZATO
    Numerose le iniziative in questi tre anni, organizzate da Sg Sport e patrocinate dal Comune.

 

SPORT – CENTRO SPORTIVO DAVIDE ANCILOTTO STRUTTURA E SERVIZI - LE AZIONI PREVISTE:

 

  1. Garantire offerte agevolate per le scuole - REALIZZATO
    Ci sono agevolazioni e proposte fatte da Sg Sport agli istituti scolastici
  2. Incentivare la riqualificazione energetica del centro sportivo anche tramite rinegoziazione in futuro del canone di concessione per favorire la realizzazione di opere volte a migliorare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili - NON ANCORA REALIZZATO
    Sg Sport ha presentato un progetto di riqualificazione energetica attualmente in fase di approvazione da parte del Comune.
  3. Attivare azioni di controllo sia sul piano strettamente contabile/amministrativo, finanziario e previsionale, sia di utilizzo della struttura e di gestione delle attività - REALIZZATO
    Anche con audit esterni
  4. Garantire la possibilità di utilizzo alle Associazioni Sportive del territorio e che vengano sviluppati sport "minori" e a basso costo per la struttura - REALIZZATO
    Sg Sport concede l’uso di alcune strutture a diverse associazioni, oltre a offrire corsi agevolati per disabili e a ospitare 34 discipline sportive diverse, tra cui jujitsu, parkour, skateboard, nuoto sincronizzato e pugilato.


8 azioni su 11 realizzate
Percentuale di completamento: 72,3%


Valutazione qualitativa del lavoro già svolto: 8

 

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

la_chiesa.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...