QuiArese

Domenica 27 maggio 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica Notizie Cerea contesta merito e metodo del comunicato delle opposizioni

Cerea contesta merito e metodo del comunicato delle opposizioni

E-mail Stampa PDF

23 dicembre 2017 - Nulla di vero in quanto affermato dalle minoranze: non un solo cartello con un ordine del giorno di soli otto punti è mai stato affisso e nessuno ha mai anticipato l'orario di inizio del consiglio comunale. E' questa in estrema sintesi la risposta del presidente del consiglio comunale, Veronica Cerea, al documento firmato e diffuso ieri da tutti i gruppi di opposizione (leggi qui). Cerea che poi rincara la dose anche sulle altre contestazioni, più politiche, mosse dalle minoranze e stigmatizza infine le modalità di diffusione del comunicato delle opposizioni, inoltrato solo ai giornali locali e non al consiglio comunale.

"L’ultima seduta del consiglio comunale - esordisce Cerea - si è tenuta, con mio stupore, senza la partecipazione dei gruppi di minoranza, che ad eccezione dei consiglieri Carlo Giudici e Luigi Muratori, non hanno giustificato la loro assenza e hanno motivato la loro decisione solo dopo il consiglio comunale, unicamente sulla stampa, ponendo l’accento su tre questioni: la corposità dell’ordine del giorno, le affissioni e la pubblicizzazione del consiglio comunale e la conduzione delle riunioni del capogruppo".

Cerea passa poi a rispondere nel dettaglio punto per punto: "Per quanto concerne il primo punto - sostiene il presidente del consiglio - durante la conferenza dei capigruppo, riunione che viene svolta sempre prima di un consiglio comunale per illustrare sinteticamente l’ordine del giorno della seduta, nessuno ha sollevato il problema. Rivendico profondamente la scelta di questa amministrazione che grazie al lavoro ed alla professionalità della struttura si è impegnata ad approvare il bilancio di previsione entro dicembre 2017, senza usufruire delle proroghe. E' un aspetto di estrema importanza che porta a una progettazione e pianificazione strategica ed operativa dei complessi aspetti gestionali consentendo, in tal modo, di disporre per tempo di uno strumento di programmazione efficace, in grado di orientare al meglio la gestione e di tenere sotto controllo i sempre più stringenti vincoli di finanza pubblica. E’ questione di come si interpreta la responsabilità che ci è stata affidata dai nostri concittadini. Se viene rimproverato di lavorare troppo, di tenere all'efficienza della macchina comunale e di voler rispettare gli impegni allora siamo orgogliosi di questo 'j'accuse'”.

Il presidente del consiglio sottolinea poi che tutta la documentazione relativa al bilancio era a disposizione delle opposizioni dallo scorso 13 novembre: "Il mio ruolo - prosegue Cerea - impone anche di sottolineare che la documentazione relativa al bilancio (Tassi di copertura dei servizi a domanda individuale; Verifica quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza pubblica, alle attività produttive e terziarie; Modifica Regolamento IUC; Approvazione Piano Finanziario TARI; Approvazione aliquote TASI e IMU; Addizionale comunale IRPEF; Tariffe beni e servizi erogati dall'A.C.; Destinazione proventi delle sanzioni del Codice della Strada; Nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione 2018/2020; Progetto di Bilancio 2018/2020 e relativi allegati) è stata pubblicata nello spazio Ftp riservato ai consiglieri comunali dal 13 novembre 2017, ritengo che sia stato fornito lo spazio ed il tempo idoneo per approfondire. La sottoscritta, gli assessori e gli uffici sono sempre stati e sempre saranno a disposizione dei consiglieri per fornire chiarimenti, ovviamente se richiesti, in modo da contribuire ad un’adeguata preparazione. Resta comunque dovere dei consiglieri, perché insito nel loro ruolo di controllo, approfondire con l’esame della documentazione le questioni sottoposte all’Organo: le delibere sono depositate prima del consiglio in Segreteria nei termini prescritti, sono pubblicate nello spazio online dedicato ai consiglieri e tutti gli atti sono a disposizione presso gli Uffici comunali nonché durante la Conferenza dei capigruppo".

Lapidario, invece, il commento al secondo rilievo mosso dalle opposizioni: "In merito al secondo punto - dichiara Cerea - mi limito ad allegare la foto di uno dei manifesti che sono tuttora affissi nelle vie cittadine. La convocazione del consiglio comunale, come i consiglieri ben sanno, viene effettuata tramite notifica scritta e non certo attraverso telefonate. Il consiglio è stato convocato alle 21.00 e si è regolarmente svolto a partire dalle 21.00. E’ stata fatta un po’ troppa confusione e forse non verificare le notizie non è propriamente fornire una corretta informazione ai cittadini. Le sedute del consiglio sono trasmesse in diretta streaming e, attraverso l'attivazione di un archivio video, è possibile seguire e consultare tutte le sedute del consiglio comunale su un apposito canale YouTube".

Per rispondere alla terza contestazione, il presidente del consiglio comunale si rifà invece direttamente allo Statuto Comunale: "Per concludere - dice Cerea - in risposta alle osservazioni sulla conduzione delle riunioni dei capigruppo, vorrei citare lo Statuto votato quest’anno, a larga maggioranza, dal consiglio comunale art 24 comma 1: 'La Conferenza dei Capigruppo è organismo consultivo del Presidente del consiglio per definire la programmazione e per stabilire quant’altro risulti utile per il proficuo andamento dell’attività del consiglio comunale'. Questo significa che la capigruppo è il momento in cui i consiglieri sono tenuti ad esprimersi rispetto a ciò che ritengono utile per il proficuo andamento dei lavori. Legittimo farlo sui giornali, ma dipende dall’obiettivo che si persegue. Inoltre per quanto riguarda la metodologia adottata in capigruppo è stata solo confermata la consuetudine già instaurata da un precedente presidente del consiglio, la sig.ra Laura Ardito, ossia quella di presentare le delibere all’ordine del giorno in termini di inquadramento generale. Ci è sembrata un’azione di buonsenso. Tengo inoltre a precisare che gli assessori sono sempre intervenuti quando richiesta la loro presenza, ma ho più volte espresso, anche pubblicamente, la mia contrarietà ad una loro costante presenza in conferenza dei capigruppo perché l’assessore fa parte di un organo prettamente politico, mentre noi in qualità di consiglieri abbiamo il dovere di controllare il loro lavoro attraverso lo studio degli atti che sono sempre stati presenti durante la riunione dei capigruppo; se così non fosse stato i consiglieri avrebbero avuto il dovere di segnalare questa mancanza, cosa che mi pare non sia mai stata fatta".

Le ultime parole di Cerea sono per stigmatizzare il metodo, pure "legittimo", scelto dalle opposizioni per manifestare il proprio dissenso: "La minoranza - conclude Cerea - ha deciso, legittimamente, di non partecipare al consiglio comunale peraltro senza dare comunicazione delle motivazioni se non il giorno successivo attraverso la stampa. Altrettanto legittimamente la maggioranza, garantendo il numero legale, ha svolto i lavori del consiglio comunale con senso di responsabilità verso tutti i cittadini che dagli amministratori pubblici si aspettano che si adoperino per far prevalere l’interesse della città. Non avendone avuto occasione l'altro ieri, utilizzo anch'io il mezzo stampa, per augurare anche ai consiglieri di minoranza un sereno Natale e approfitto per ricordare che come stabilito nell’ultima conferenza dei capigruppo, ci rivedremo a gennaio con il sindaco per proseguire il lavoro rispetto all’accordo di programma ex Alfa Romeo e con il vicesindaco per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori del cosiddetto sblocco patto, come chiesto dai consiglieri stessi".

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera_2.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...