QuiArese

Martedì 11 dicembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Rubriche Lettere "Non si celebra così il 25 aprile"

"Non si celebra così il 25 aprile"

E-mail Stampa PDF

22 aprile 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore in merito alla ricorrenza del 25 aprile. Cosa si celebra in quella data?

Leggo sui manifesti che l’amministrazione comunale ha esposto per il 25 aprile che, anche quest’anno, si onoreranno i caduti “della prima guerra mondiale” e i partigiani. Infatti le corone “ufficiali” verranno portate alle lapidi che ricordano i caduti della prima guerra mondiale. Sono andato a verificare su un enciclopedia per capire se i miei ricordi di vecchietto mi hanno tradito ed ho letto che il 25 aprile si ricorda, si festeggia e si onorano, la liberazione dai nazifascisti, la resistenza e i partigiani.

Quando ho sollevato il problema mi hanno risposto che “il Protocollo” (mi sembra di vivere nel film Mi manda Picone dove nessuno sa chi è Picone) prevede questo e “il Protocollo” non è modificabile. Leggo anche sui giornali che il sindaco di un comune a sud di Milano ha deciso che quest’anno l’Anpi non sarà invitata ai festeggiamenti del 25 aprile; è come fare una processione senza il prete! Mi dicono anche che in una commissione comunale aresina un membro proposto dall’Udc ha paragonato i partigiani ai militanti fascisti di Casa Pound; spira proprio una brutta aria…

Siccome avevo proposto di intestare una piazza oggi senza nome, che avevo anche individuato, alla resistenza e ai partigiani in modo che in futuro si potrà organizzare il 25 aprile in quella piazza, non avendo ricevuto nessuna risposta, insisto nella mia proposta. Per intenderci non parlo a nome dell’Anpi ma come iscritto all’Anpi che ha a cuore la Liberazione e vorrebbe si ricordasse il sacrificio di molti giovani che, per liberare il nostro paese, hanno sacrificato la propria vita.

Per evitare di essere polemico ho deciso che, fino a quando si continuerà a ricordare il 25 aprile in questo modo, io festeggerò il 25 aprile recandomi da solo con un fiore sulla tomba del partigiano Cesare Dozio.

Achille Vegetti

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Studentessa aresina premiata dai Maestri del Lavoro

03 dicembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo contributo di Giorgio Fiorini, che ci parla del Convegno “Scuola-Lavoro” organizzato dal Consolato milanese della Federmaestr...

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...