QuiArese

Giovedì 14 dicembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Rubriche Lettere "Campi estivi: aumento generalizzato rette"

"Campi estivi: aumento generalizzato rette"

E-mail Stampa PDF

20 maggio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa mail che il lettore ha inviato mercoledì all’Ufficio Istruzione, Educazione e Formazione del Comune di Arese. Chi scrive sostiene che la rimodulazione su base Isee delle rette settimanali dei campi estivi comporti, di fatto, un aumento generalizzato del costo per quasi tutte le famiglie che devono necessariamente iscrivervi i propri figli, che sono quelle che hanno entrambi i genitori lavoratori e senza supporti familiari nei periodi di chiusura delle scuole.

Spett.le Ufficio Istruzione, Educazione e Formazione del Comune di Arese,
nei giorni scorsi le famiglie hanno ricevuto il volantino informativo dei campi estivi comunali per le scuole materne, elementari e medie.

La retta settimanale unica di 52 euro - pagata dai residenti lo scorso anno - è stata rimodulata su base Isee come di seguito riportato :

Fascia A      0 -5.500                Retta settimanale residente 35 euro
Fascia B      5501-15.600         Retta settimanale residente 52 euro
Fascia C      15.601-20.000      Retta settimanale residente 58 euro
Fascia D      20.001-30.000      Retta settimanale residente 64 euro
Fascia E      Oltre 30.000          Retta settimanale residente 70 euro

Mi sembra evidente che tale variazione si traduce, proprio per le famiglie con entrambi i genitori lavoratori (che quindi maggiormente necessitano del servizio), in un aumento che va dal 10 al 30 per cento rispetto alla quota dello scorso anno.  

Mi permetto inoltre di far notare che, come riportato nel “Piano comunale per l’attuazione del diritto allo studio – Anno scolastico 2015/2016”, il servizio ha una copertura economica quasi totale (le entrate coprono il 76 per cento dei costi per la scuola materna e il 97 per cento per le elementari e le medie).

Preso atto della necessità di rimodulare, a partire dall’anno 2016, le quote dei servizi comunali su basi Isee, mi chiedo se le fasce proposte per la determinazione della retta settimanale residente siano coerenti con la natura del servizio in oggetto e con i costi sostenuti dal Comune per l’organizzazione.

Alla luce di quanto sopra descritto Vi chiedo di valutare la modifica delle fasce Isee utilizzate per la determinazione della retta settimanale residente, in continuità con il costo che le famiglie hanno sostenuto per il servizio negli anni passati.

Grazie per l’attenzione
Lettera firmata

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...