QuiArese

Domenica 24 settembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Rubriche Serena-mente "Perché mio figlio è diventato aggressivo?"

"Perché mio figlio è diventato aggressivo?"

E-mail Stampa PDF

25 settembre 2013 - I bambini sono dolci, affettuosi, sorridenti e…  aggressivi! Manifestano qualunque emozione, a volte senza filtro. Che significato dare a questi comportamenti e come comportarsi in relazione agli altri genitori, sono i temi della rubrica di questa settimana. Buona lettura.

Salve, io vorrei porre una domanda. Ho un bambino che il prossimo mese farà due anni. È sempre stato un bambino tranquillo, vivace sì, ma come tutti i bambini alla scoperta del mondo. Ultimamente, però, ogni volta che usciamo e andiamo al parco a giocare con altri bimbi capita che lui, senza motivazioni, dia delle sberle agli altri bambini o voglia tirare i capelli o morderli. Questo mi mette un po’ in imbarazzo anche con le altre mamme e i loro bimbi. Da cosa può dipendere questo comportamento?
Autore anonimo

Gentile signora,
comprendo la preoccupazione che sperimenta ma è bene sappia che i bambini, essendo privi di condizionamenti sociali, si comportano assecondando i bisogni autentici e le pulsioni. Significa che, se qualcosa non gli sta bene o si discosta da quanto desiderato, sanno rifiutarla, evitarla o, addirittura, attivarsi perché la situazione si modifichi. Si tratta di una sorta di "sano egoismo" in cui l'ascolto di sé, la fa da padrone. Pensi che da adulti, spesso, succede che questo sano egoismo venga sostituito da una frustrante compiacenza, per cui si dà maggior importanza alle necessità altrui a discapito delle proprie. Al fine di gestire meglio l'interazione con le altre mamme e, giustamente, di orientare il piccolo, potrebbe valutare di illustrare al figlio una differente modalità per esprimere i "no" e per opporsi, nel rispetto di sé e dell'altro. Per esempio, allontanandosi da quello che non piace oppure scegliendo altri compagni di giochi. Le mie sono semplici proposte; soltanto Lei, conoscendo e interpellando il figlio, suggerirà la soluzione più funzionale.

Aggiungo che i bambini, funzionando come "spugne", assorbono moltissimi input e apprendono, specie in tenera età, tramite un processo chiamato "modellamento". In sostanza orientano il comportamento rifacendosi ad esempi, a persone che prendono, appunto, come modelli di riferimento che, solitamente, sono incarnate dai genitori. Faccia caso se la comunicazione con gesti o toni aggressivi sia, o meno, tipica della famiglia. Se così fosse, modificare lo stile di comunicazione familiare potrebbe rivelarsi utile anche per il bimbo.
Tanti auguri!

Dott.ssa Valentina Giannella

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

Ricevo c/o New Medical Center
Via Statuto 8/A1, Arese
Tel. 039/6358423
Cel. 366/6436019
“Mi piace” https://www.facebook.com/serenamentepsicologia

www.serena-mente.it
Per questa rubrica scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...