QuiArese

Domenica 30 aprile 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola Mondo Scuola Al Russell si va anche a lezione di teatro

Al Russell si va anche a lezione di teatro

E-mail Stampa PDF

16 marzo 2017 - Anche quest’anno il liceo Russell-Fontana di Garbagnate e Arese ha riproposto l’iniziativa teatrale organizzata da Sarah Tasca. Per diverso tempo il liceo ha portato avanti questo progetto extrascolastico e, dopo essere stato trascurato, lo scorso anno è stato riproposto riscuotendo molto successo. Novità dell’anno è la partecipazione non solo dei ragazzi dello scientifico, ma anche delle scienze umane e dell’artistico. Altra novità è la collaborazione con Domenico Priolo, collega di Sarah, che affronta questa esperienza per la prima volta.

Il corso si tiene tra le mura del liceo Russell ogni giovedì pomeriggio e vede la partecipazione di una ventina di ragazzi. Le lezioni non diventano mai ripetitive, nemmeno per i giovani che avevano già preso parte a questa avventura: i due maestri ideano ogni volta nuove lezione adatte sia agli attori alle prime armi che ai veterani, in modo da stimolare la curiosità di ogni ragazzo.

Domenico dichiara di essere molto orgoglioso nel collaborare alla realizzazione dello spettacolo e non lo ritiene assolutamente un peso, ma un piacere, data la grande collaborazione dei ragazzi e il rapporto di stima reciproca che si è instaurato tra di loro. Questi infatti durante l’intervista si sono mostrati entusiasti dell’iniziativa e affermano che “fare teatro è un’esperienza di crescita: permette di conoscere nuove persone, di combattere la timidezza oltre che di acquisire sicurezza in se stessi e nelle proprie capacità.”

Sarah e Domenico sono d’accordo nell’affermare che “il teatro serve davvero a crescere, è un’esperienza formativa. I ragazzi imparano a mantenere una presenza scenica, utile anche nei rapporti interpersonali, a relazionarsi con gli altri in uno spazio di verità e permette loro di superare i propri limiti utilizzando strade alternative, attraverso un’attività dove la prima regola è divertirsi.”

Il loro obiettivo è quello di realizzare alla fine del corso uno spettacolo dove tutti siano protagonisti e quest’anno vogliono indurre lo spettatore a riflettere sul cambiamento e sul potere.

Servizio di Aurora Picone, Chiara Borroni, Elios De Marco, Lorenzo Frasca e Luca Michele Maria Morales

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...

 

"L'amministrazione si è dimenticata di via Leopardi?"

04 novembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo queste segnalazioni di un lettore, che si riferiscono in particolare a via Leopardi e alle criticità che, secondo quanto sostiene il le...

 

"Diamo un senso... unico alle nostre biciclette"

Già nel luglio di quest’anno ho notato e fatto notare senza alcuna risposta il comportamento di molti aresini che percorrono contromano in bicicletta le vie Mattei e Caduti, e f...

 

Città del verde o "impero delle deiezioni canine"?

Buongiorno (mio marito vi ha già scritto per la pantegana davanti al canile credo, ormai ci conoscete.) Mi ricordo che mentre ero in dolce attesa e abitavamo a Roma nel 2007, (cit...