QuiArese

Domenica 19 novembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola Mondo Scuola Tre "menti quadrate" in gita al liceo artistico!

Tre "menti quadrate" in gita al liceo artistico!

E-mail Stampa PDF

11 maggio 2017 - Cosa succede quando tre menti quadrate del liceo scientifico trascorrono una giornata nel paese delle meraviglie, alias il liceo Artistico Fontana di Arese? La risposta è semplice: si scopre un nuovo modo di fare scuola. Appena entrati, abbiamo respirato un’aria vivace, piena di vita. Per i corridoi c’era un via vai di studenti indaffarati a portare da un’aula all’altra bozzetti, statue, pale e chi più ne ha più ne metta.

Siamo stati calorosamente accolti dalla professoressa di arti figurative Bianca Visentin, che in poche ore ci ha trasmesso un’idea da portare fuori da quelle quattro (molto colorate) mura. La prof infatti afferma: “Il liceo Fontana, più in generale il liceo artistico, è il luogo adatto per coloro che vogliono coltivare le proprie passioni. Infatti le materie artistiche diventano una valvola di sfogo per i ragazzi, che attraverso queste crescono e si formano come persone, confrontandosi continuamente con se stessi e con i propri limiti e imparando a credere nelle proprie capacità”. Inoltre aggiunge che “è importante mettere la passione in tutto ciò che si fa, anche se il percorso di studi non dà molto spazio alla creatività”. La prof ci ha raccontato che i ragazzi della sua quinta sono impegnati a realizzare dei pannelli che verranno poi esposti all’esterno della scuola.

Abbiamo trascorso molto tempo con i diretti interessati, che tra una pennellata e l’altra ci hanno raccontato cos’è per loro il liceo artistico e che percezione hanno del nostro scientifico. Pasquale ritiene che l’artistico permetta ai ragazzi di diventare più estroversi e aperti al dialogo e il fatto di passare così tante ore a disegnare stando attenti ai dettagli affina la capacità di percepire dei particolari che sfuggono agli altri.

Agli studenti del Fontana vengono proposte molte iniziative per mettersi in gioco. I ragazzi di seconda, per esempio, hanno avuto il compito di realizzare delle opere incentrate sul tema del terremoto: queste opere sono state mostrate e vendute la sera del 29 aprile presso la biblioteca comunale di Arese e il ricavato sarà devoluto ai paesi terremotati del centro Italia. In più a maggio tutti i ragazzi saranno invitati a partecipare alla giornata dell’arte nel centro di Milano, dove potranno dare libero sfogo alla loro vena creativa.

Abbiamo chiesto a più ragazzi qual è la loro idea sul liceo scientifico e tutti si immaginano un luogo sterile, frequentato da persone introverse e sempre impegnate a fare calcoli o esperimenti chimici. In verità, la situazione è molto differente, anche se è vero che la creatività non può essere mostrata liberamente proprio per il tipo di scuola che è. Da entrambe le tipologie di indirizzo però c’è molto da imparare: entrambe, pur essendo molto diverse, richiedono impegno e passione.

Servizio a cura di Aurora Picone, Chiara Borroni e Lorenzo Frasca

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...