QuiArese

Mercoledì 18 ottobre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola Mondo Scuola Russell - Fontana, esperienze di cogestione

Russell - Fontana, esperienze di cogestione

E-mail Stampa PDF

25 maggio 2017 - Nelle giornate del 29 aprile e del 2 maggio, presso l'istituto B. Russell - L. Fontana di Garbagnate Mianese, è stata organizzata dai rappresentanti d'istituto Alberto Dotti e Giovanni Bortolamai l'annuale cogestione. Si tratta di un momento di collaborazione tra alunni e insegnanti per tenere lezioni di approfondimento a partire dalle proprie passioni, ma non solo.

Infatti nel corso degli anni è spesso e volentieri capitato che a prendere parte a questo evento fossero importanti personalità. Quest'anno ben due corsi, nella giornata del 29 aprile, sono stati tenuti da esterni: il dottor Zucco e l'assessore al reddito di autonomia e inclusione sociale di Regione Lombardia Giulio Gallera si sono occupati della conferenza "Fine-Vita”; nel frattempo il giornalista e inviato del settimanale "Tempi" Rodolfo Casadei ha tenuto un meeting sul rapporto che intercorre tra il terrorismo e le ondate migratorie in Europa. Nella giornata del 2 maggio è stato poi chiamato il giornalista sportivo di Premium Nando Sanvito che ha organizzato una conferenza dal titolo "La Forza Dell'Imprevisto" raccontando numerose storie e interessanti aneddoti sul mondo dello sport.

Conferenza “Fine vita” (di Elios De Marco).
“È bello vedere quanto una scuola si impegni anche sul piano sociale ed è importante ringraziare la preside, il professor Vumbaca e i rappresentanti di istituto che hanno reso possibile questa grande esperienza. La presenza di due personalità di questo calibro, così coinvolte, consapevoli e preparate sull’argomento (terapia del dolore, suicidio assistito ed eutanasia per citare solo alcuni dei forti temi affrontati), anche in visione del decreto legge che il Senato sta valutando proprio riguardo il “fine vita”, non è tutto. Infatti, io personalmente, dopo aver preso coraggio per esprimere il mio punto di vista a riguardo, sono rimasto molto colpito da quanto sia stato ascoltato e non sentito. Ho percepito che la mia opinione ha avuto un peso, è stata ascoltata e non sottovalutata e secondo me l’insegnamento comune che si può trarre da questi eventi è proprio quello di non stare in silenzio, di fare sentire la propria voce, mettendosi in discussione creando dialogo e non monologo. Voglio citare un importante filosofo orientale che diceva che lì dove la più piccola delle farfalle sbatte le ali, dall’altra parte del Mondo qualcosa cambia, quindi voglio ancora sottolineare l’importanza della propria opinione e di questi eventi che ci permettono di crescere, soprattutto quando dal lato della cattedra ci sono persone pronte ad ascoltare e a mettersi in discussione, consapevoli che non si finisce mai di imparare e di crescere.”

Conferenza “La forza dell’imprevisto” (di Luca Morales)
“Personalità note e pubbliche nel nostro liceo ci sono sempre state. L’anno scorso ho avuto la fortuna di poter partecipare a un meeting organizzato dal commissario della Polizia Carlo Parini, responsabile del gruppo interforze di contrasto all’immigrazione clandestina (operazione Mare Nostrum), che si rese disponibile per intraprendere, nel bel mezzo di operazioni di salvataggio clandestino, un viaggio dalla Sicilia fino al nostro istituto. Quest’anno il tema è cambiato, meno forte, ma comunque a forte impatto nel mondo: lo sport. Abbiamo avuto la fortuna di poter assistere ad una conferenza tenuta dal giornalista sportivo Nando Sanvito, che, nella giornata del 2 maggio, si è reso disponibile a raggiungere il Russell e affascinare noi appassionati di sport con aneddoti e avventure riguardanti il mondo sportivo. Con “La Forza Dell’Imprevisto”, titolo del percorso illustratoci, Nando ha collegato storie di sport con la vita di tutti i giorni, soffermandosi su come un imprevisto o una sconfitta possa in realtà trasformarsi nella fortuna di una vita. Con questo slogan ha voluto comunicare che nella vita non bisogna mai arrendersi ed inseguire costantemente i propri sogni perché anche una dura sconfitta può sconvolgere i nostri piani positivamente e la sfortuna può trasformarsi in fortuna, basta crederci!”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...