QuiArese

Giovedì 15 novembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola Mondo Scuola Dieci studenti del Russell con QuiArese fino a maggio

Dieci studenti del Russell con QuiArese fino a maggio

E-mail Stampa PDF

26 febbraio 2018 - Anche quest'anno, per il terzo anno consecutivo, QuiArese ospiterà dieci studenti del Liceo Russell, che fino a fine maggio saranno con noi, partecipando alle riunioni di redazione e scrivendo articoli che riguardano il mondo della scuola e non solo quello. Nel dare il benvenuto ai nostri nuovi amici, proponiamo come loro primo articolo una breve auto descrizione personale, con le aspettative che ripongono in questo progetto didattico in generale e presso QuiArese in particolare.

In occasione del progetto di alternanza scuola-lavoro, noi, dieci studenti di III e IV superiore del liceo Bertrand Russell di Garbagnate Milanese, abbiamo deciso di collaborare con la redazione di QuiArese, diventando per quattro mesi giornalisti attivi nella stesura di articoli. Qui di seguito vogliamo presentarci, spiegando perché abbiamo deciso di partecipare a questa attività.

Lorenzo Patteri
Durante questo anno di liceo ho iniziato a nutrire un grande interesse per la letteratura e di conseguenza anche per la scrittura. Ho deciso di partecipare a questo progetto di alternanza scuola-lavoro in primo luogo per migliorare le mie abilità nella scrittura, competenze che mi torneranno molto utili all'esame di maturità, e in secondo luogo per studiare da più vicino il mezzo dell'informazione online, che grazie alla sua facile accessibilità, seppur con conseguenze a volte negative, ha reso più veloce lo scambio di idee.

Andrea Bellasio
Il mio nome è Andrea Bellasio, ho diciassette anni e sono uno studente di terza superiore del liceo scientifico B. Russell. Nutro fin da piccolo la passione per il cinema e l’astronomia ma la mia più grande aspirazione verte verso il mondo letterario: il mio sogno nel cassetto consiste infatti nello scrivere dei libri per ragazzi, ma per riuscire nell’impresa devo prima conoscere e valutare ogni singolo aspetto del mondo che mi circonda e delle persone che lo abitano; spero quindi che questa esperienza in ambito giornalistico possa darmi delle solide basi per la futura stesura di un romanzo.

Alice Camiletti
Mi chiamo Alice Camiletti, ho diciassette anni, vivo a Caronno Pertusella e frequento la quarta superiore presso il Liceo Scientifico Bertrand Russell. Quest’anno seguirò il mio percorso di alternanza scuola-lavoro presso il giornale “QuiArese”; sono contenta di avere l’opportunità di fare questa nuova esperienza dalla quale sono sicura di avere molto da imparare, anche se non so bene cosa aspettarmi, e penso possa essere una buona occasione per iniziare ad interfacciarsi realmente con il mondo del lavoro e fare un percorso di crescita.

Mattia Ambruosi
Mi chiamo Mattia Ambruosi e frequento il terzo anno di liceo all’Istituto B. Russell. Fin da piccolo ho sempre letto molto e spero di riuscire tramite questo progetto a imparare a scrivere bene e a saper intrattenere le persone con i miei scritti.

Emanuele Rottigni
Mi chiamo Emanuele Rottigni e sono un ragazzo che frequenta la classe terza al liceo B. Russell. Facendo l’alternanza scuola-lavoro con QuiArese penso di poter entrare in contatto con un mondo fino ad ora a me sconosciuto, che però penso potrà interessarmi viste le varie attività correlate. Inoltre spero di poter scrivere articoli interessanti sia per voi lettori che per me, in modo da rendere questa attività oltre che un lavoro, anche un piacere. Spero di non aver annoiato nessuno, a presto!

Luca Farina
Mi chiamo Farina, Luca Farina. Apro con questa citazione alla James Bond la mia presentazione. 17 anni, residente a Bollate e studente presso il liceo scientifico Bertrand Russell di Garbagnate Milanese. Da oggi fino a maggio io ed altri miei colleghi studenti ci cimenteremo in questa esperienza di alternanza scuola-lavoro presso la redazione del giornale online “QuiArese”. Scrivere è qualcosa di molto importante: al giorno d’oggi si scrive troppo poco, si pensa troppo poco, si legge troppo poco ma si parla troppo (il sottoscritto si ritrova in questa situazione). Una riflessione con cui iniziare il percorso: non persone da compiacere, ma fatti da raccontare. Questo perché la Verità è sempre superiore a qualunque interesse personale. E’ questo che auguro a me stesso ed ai miei colleghi!

Riccardo Paolucci
Essendo uno studente liceale, sono abituato a rapportarmi quasi esclusivamente con professori e altri studenti sul nostro “posto di lavoro”. Questa esperienza è, per me come per i miei compagni, un’occasione al di fuori dell’ambito scolastico per imparare a relazionarsi con figure di riferimento interne ad un giornale e nello stesso tempo a collaborare tra noi. Penso che la componente più interessante di quest’attività sia la possibilità di avere un risultato concreto e materiale del proprio lavoro destinato non solo a me ma anche ad altri.

Davide Banfi
Il mio nome è Davide Banfi, ho diciassette anni e abito a Garbagnate Milanese. Attualmente frequento la terza superiore presso il liceo scientifico Bertrand Russell e questo è il primo anno in cui sono impegnato nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro. Questo progetto mi incuriosisce particolarmente e spero che rispetti le mie aspettative iniziali; inoltre credo che possa essere d’aiuto per una futura scelta lavorativa .

Ilaria Spina
Mi chiamo Ilaria Spina sono nata a Milano e frequento la terza superiore al liceo scientifico Bertrand Russell di Garbagnate Milanese. Scrivere mi è sempre piaciuto e, nonostante non abbia mai pensato di intraprendere la carriera di giornalismo in futuro, ho scelto di sfruttare l’opportunità che l’alternanza scuola lavoro mi ha dato per imparare a conoscere meglio questa professione e per mettermi alla prova, sperando di esserne in grado. Credo si rivelerà un percorso molto interessante e comunque vada avrò fatto un’esperienza!

Emanuele Galiano
Mi chiamo Emanuele Galiano, ho diciassette anni e frequento la terza superiore presso il liceo scientifico B. Russell. Non sono un grande lettore, soprattutto di giornali, ma questa esperienza potrebbe farmi cambiare poiché si passa dalla parte del lettore a quella del “giornalista”. Spero che questo progetto possa suscitare in me curiosità e possa trasformare un momento di scrittura in qualcosa di più coinvolgente.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 


 

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...