QuiArese

Venerdì 26 maggio 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Altri sport Sg Sport: "Squadre di vertice modello per tutti"

Sg Sport: "Squadre di vertice modello per tutti"

E-mail Stampa PDF

16 settembre 2016 - Serie D, Terza Categoria e Promozione, ovvero basket, calcio e pallanuoto. Sono le tre discipline con cui SG Sport ha lanciato, lo scorso venerdì 14 settembre, il progetto “Squadre di vertice”: tre campionati in cui la società sportiva aresina, che da tre anni gestisce il Centro Sportivo Davide Ancilotto, ha deciso di spingere con i suoi valori, uniti dal motto “Un mondo di passioni & emozioni”. Dopo avere rilanciato il basket, che ad Arese ha avuto un passato molto importante, e avere puntato sulla pallanuoto, il 2016 vedrà anche il ritorno del calcio agonistico di alto livello.

Le “Squadre di vertice” sono state presentate al pubblico presso il PalaCici, alla presenza del sindaco di Arese, Michela Palestra, dallo staff dirigenziale di SG Sport e dai responsabili tecnici delle tre aree. Atleti giovani, ambiziosi e spesso aresini proveranno a conquistare il cuore degli appassionati tenendo alta la bandiera della società e della città. “Per noi - spiega Stefano Colantuono, presidente di SG Sport - queste sono tre squadre che rappresentano tutto il movimento, e con le quali vogliamo essere un modello. I risultati del lavoro svolto fino a oggi ci stanno dando ragione, soprattutto dal punto di vista dell’educazione. I nostri tifosi, la nostra ‘curva blu’, si propongono con un linguaggio sempre corretto, con il riconoscimento del valore che si deve dare allo sport e agli avversari. Noi dobbiamo avere la presunzione di riuscire con lo sport e con il rispetto delle regole a essere testimonianza di qualcosa di bello.”

Il sindaco, Michela Palestra, ha accolto con soddisfazione il progetto di SG Sport. “Ad Arese - dice - abbiamo vissuto momenti difficili, ma oggi abbiamo importanti realtà in crescita. Lo sport è legato non solo alla competizione e alla crescita, ma anche all’educazione. Queste squadre hanno una piccola responsabilità in più: quella di essere un punto di riferimento per tutti i nostri ragazzi. Siamo orgogliosi di voi.”

Per rendere concreto lo spirito che anima società, dirigenti, tecnici, atleti e collaboratori, SG Sport ha creato “Il manifesto dell’atleta di vertice”, che delinea le regole di comportamento che deve essere tenuto dalle persone che scenderanno in campo, e un vero e proprio decalogo del tifoso, che invita i sostenitori a essere sempre rispettosi nei confronti di tutti. Per rendere sempre riconoscibili gli appassionati aresini è stato messo a punto anche un kit del tifoso. Dietro tutto questo c’è anche Marco Reggiroli, responsabile marketing di SG Sport. “Il mio lavoro - ha spiegato - è stato quello di dare un’immagine coordinata a tre discipline completamente diverse, tre anime diverse, ma soprattutto a un unico cuore che batte per Arese. I nostri valori chiave, che noi e gli atleti metteremo in campo, dagli allenamenti alle partite di campionato, sono l’educazione, il rispetto, l‘esempio verso i più piccoli. Ancora più importante per noi è il tifoso che accompagna la squadra alle partite: noi vogliamo portare le famiglie. Parliamo di sport sano e di divertimento, che possono essere una valida alternativa a una pigra domenica davanti alla televisione. Vogliamo quindi un tifo organizzato, colorato, gioioso che possa coinvolgere sempre di più i bambini e di conseguenza le famiglie”.

Il basket è lo sport che richiama in modo naturale il passato di Arese, visti i trascorsi in Serie A1 e A2. La nuova stagione sportiva vedrà SG Sport partecipare al campionato di Serie D. “Una delle nostre caratteristiche - dice Roberto Moronetti, responsabile del settore - è il sorriso, unito alla volontà di impegnarsi tutti insieme, non solo tra di noi ma anche con il pubblico che ci sostiene numeroso. Il progetto è iniziato due anni fa e i risultati cominciano ad arrivare. Lo scorso anno abbiamo fatto i playoff e siamo arrivati alle semifinali. I playoff quest’anno sono l’obiettivo minimo”.

Una tradizione da costruire, ma si è partiti molto bene, è invece quella della pallanuoto, protagonista nel campionato Promozione. “Quando tre anni fa è partito il progetto - ricorda Jacopo Pasetti, direttore sportivo e allenatore - la prospettiva era quella di creare piano piano un settore giovanile in grado di fornire giocatori alla prima squadra. E ci siamo riusciti, con giovani cresciuti con noi, altri che oggi militano in categorie superiori e giovanissimi che ci seguono e desiderano poter esordire un giorno in prima squadra”. Qui il problema è quello dell’impianto: se gli allenamenti e le partite delle giovanili si svolgono ad Arese, non altrettanto può essere fatto con la prima squadra, costretta a “emigrare” a Legnano per le partite di campionato. Stefano Colantuono è però fiducioso: “C’è - spiega - un progetto, su cui abbiamo investito molto tempo, che ha nel medio termine come obiettivo quello di dare una casa anche alla prima squadra”.

Infine, il calcio. Qui si riparte dalla Terza Categoria, con la consapevolezza che non sarà facile, ma con grandi ambizioni. “Questo - ha detto il responsabile Davide Riboldi - è il primo anno del progetto e quindi dovremo aspettarci qualche difficoltà, che affronteremo però con tanta passione. Il nostro obiettivo sportivo è ovviamente quello di vincere il campionato, ma ci siamo dati anche un obiettivo sociale. Il calcio non viene visto sempre in modo positivo: a livello nazionale e internazionale ci sono stati molti episodi che hanno spesso rovinato lo spettacolo. Qui ad Arese, invece, vogliamo dimostrare che anche il calcio può essere vettore di elementi positivi.”

“Queste tre squadre sono la nostra punta di diamante,” ha concluso Colantuono. “Sotto, però, c’è un motore forte, composto da tutti i nostri utenti e tutte le nostre famiglie, oltre ai circa 150 collaboratori di Sg Sport. Basket, calcio e pallanuoto fanno parte delle 35 discipline sportive diverse, e vi assicuro che anche gli sport cosiddetti minori sono riuniti sotto il nostro motto ‘passioni & emozioni’. E sono sicuro che in questa stagione raccoglieremo tante emozioni e tanta passione”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

parco_einaudi.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...

 

Perferi: "Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni"

02 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio ...

 

"L'amministrazione si è dimenticata di via Leopardi?"

04 novembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo queste segnalazioni di un lettore, che si riferiscono in particolare a via Leopardi e alle criticità che, secondo quanto sostiene il le...