QuiArese

Giovedì 15 novembre 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Basket Under 13 Gso, una stagione da incorniciare

Under 13 Gso, una stagione da incorniciare

E-mail Stampa PDF

12 giugno 2014 - I giovani cestisti del Gso Under 13 hanno sfiorato di un soffio le finali nazionali Uisp. I ragazzi hanno disputato un ottimo campionato, andando oltre le migliori aspettative, soprattutto in considerazione del fatto che la squadra è stata costruita a inizio stagione. Grazie al lavoro di coach Roberto Vitali il gruppo ha svolto una preparazione tecnica capillare ed individuale acquisendo dimestichezza con i fondamentali e gli schemi di gioco, anche grazie all’assiduità con la quale i ragazzi hanno partecipato agli allenamenti durante tutta la stagione. Ingredienti questi che hanno formato un gruppo solido e promettente per il futuro del settore basket biancorosso. I  miglioramenti si sono apprezzati durante tutto il campionato, che ha visto gli aresini passare il turno e giungere ai playoff come squadra seconda classificata. Le gare  sono sempre state seguite con grande entusiasmo e tifo da parte dei genitori che hanno contribuito positivamente ai brillanti risultati.

Dopo avere concluso la regular season al secondo posto su una classifica di 16 squadre, durante i playoff la formazione aresina ha incontrato società storiche, come Legnano Basket, Olimpia, Cbc Show Camp Basketschool di Corbetta e Sangiorgese Basket, centrando la quarta posizione su otto squadre contendenti. Ecco la cronaca delle finali fatta direttamente da coach Vitali: “Alle finali interprovinciali Uisp di Bernareggio i nostri ragazzi ottengono la quarta piazza dopo due gare che li hanno visti battersi sotto canestro, dando pregio delle proprie qualità. Al di là della fatica fisica, accumulata nelle gare stagionali, si è evidenziato il gap tecnico con le formazioni che hanno preceduto il Gso in classifica e che sono oggi il meglio del basket regionale lombardo: Legnano Basket Knights, Cbc Basket School Corbetta, Sangiorgese Basket S.Giorgio s/Legnano. Sabato 31 maggio la semifinale contro Corbetta, classificatasi terza, proprio alle spalle dei biancorossi al termine della stagione regolare, ci vede partire bene e condurre la gara per i primi due quarti, con grande intensità e pochi errori. Fatale però come sempre il blackout che i nostri ragazzi hanno intorno a metà gara e infatti concediamo un quarto intero agli avversari che mettono la freccia e ci salutano, costringendoci a rincorrere per il resto della partita. Risultato: Gso 46 – CBC 62 (parziali: 19 – 15; 12 – 13; 9 – 22; 6 – 12)”.

Il Gso sei gioca quindi la finalina: “Domenica 1 giugno - prosegue il coach - la finale 3°-4° posto regala emozioni e belle giocate, se non altro per lo spirito e la combattività dimostrata da quasi tutta la squadra. Partiamo male con le gambe dure dal giorno prima e Sangiorgese, reduce dalla sconfitta nel derby con Legnano del sabato, non vuol sfigurare e con giochi semplici allarga subito la forbice del risultato. Bravi noi a recuperare il risultato entro lo scadere del primo quarto e chiudere a -1. Tanta la stanchezza per questa mini rimonta e la poca lucidità del secondo parziale premia gli avversari, che scappano. Al rientro dagli spogliatoi c’è ancora tanta amarezza per esser sotto a -19, e il divario si amplia a fine terzo quarto con un -26 che tocca il -33 a inizio dell’ultima frazione. Solo l’orgoglio e il ricordo per quanto di bello si è fatto vedere sui campi nell’arco di un’intera stagione scuote i ragazzi. Chiudiamo la gara dopo una bella rimonta e, forse, se fosse durato ancora cinque minuti chissà cosa sarebbe successo. Risultato: Sangiorgese 75 – Gso 60 (parziali: 21 – 20; 25 – 7; 19 – 12; 10 – 21)“.

Al termine delle gare, sia sabato che domenica, sono tanti i complimenti fatti ai ragazzi del Gso e alla loro guida tecnica. Eccone alcuni. Staff Uisp: “Siete una realtà genuina, semplice, che ha saputo prendersi carico delle difficoltà sociali di alcuni ragazzi, mixando la pallacanestro con i valori del gruppo. Avete valorizzato le qualità di ognuno, superando i disagi individuali. Ci avete fatto appassionare con le vostre rimonte e con la grinta dei vostri ragazzi. Avete la qualità di dar passione a questo sport anche quando l’avversario è più bravo, non è da tutti!”. Sangiorgese Basket: “Una gara tosta, dai. Siete stati bravi perché se durava ancora un po’ ci mettevate seriamente in crisi. Il lavoro tecnico c’è, si vede, complimenti a voi per non aver abbandonato ragazzi in cerca di riscatto, perché non tutte le società del territorio sanno fare questo e sanno accettare certe difficoltà, davvero complimenti”. Cbc Basket School: “Tante volte non serve essere società blasonate, serve la passione degli allenatori e l’accettazione dell’altro per ottenere buoni risultati, avete fatto grandi cose tutto l’anno. La differenza la fanno le persone, non le vittorie, siete stati bravi ad arrivare fino in fondo”. Melegnano Basket: “Complimenti a voi per la finale disputata, anche se sconfitti grande merito per la grinta e la tenacia, mai fatta venir meno. Un allenatore preparato e rispettoso, senza mai lamentarsi e capace di far rispettare le scelte degli arbitri, sempre difficile da accettare. Una persona di grandi valori, ed una società che assiste ed è presente, dove altri fanno finta di non vedere e non accettare. E bravissimi i ragazzi, tutti si vede che sanno stare insieme e che si aiutano, che stanno bene insieme”. Arbitri Uisp: “Una squadra ed un allenatore corretti, senza mai una lamentela o parole fuori posto, sempre disponibili al dialogo per meglio organizzare l’attività  nel girone, come nei playoff ed anche alle finali. Il merito dell’osservanza delle regole, senza mai un fallo tecnico o un fallo antisportivo, sono un valore aggiunto e di esempio alle categorie dei più grandi”. Legnano Basket Knights: “Un lavoro egregio, con miglioramenti tecnici nei ragazzi visibili da un mese all’altro. Chiaramente il divario c’è, esiste, ma un gran merito per aver guidato questi ragazzi, attraverso un percorso educativo che spesso in tanti ci dimentichiamo accecati dalle vittorie. Un grande lavoro, davvero complimenti”.

Di rilievo anche i numeri della Under 13 Gso, che ha chiuso la stagione regolare con il secondo posto in classifica. I biancorossi, playoff esclusi, hanno disputato 24 partite vincendone 17. I punti realizzati sono stati 1364, mentre quelli subiti solo 911. Numeri che sono valsi alla Under 13 Gso il quarto miglior attacco di categoria e la seconda miglior difesa della stagione regolare.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

alfa_romeo.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

Zaffaroni: "Non si uccidono così le tradizioni"

Caro direttore,ieri sera, 29 giugno 2018, si è consumato ad Arese l’ennesimo scempio nei confronti della cittadinanza, dei commercianti e delle tradizioni. La festa patronale...

 

Vegetti: "Comunali, perché non ci sarà una lista di sinistra"

04 giugno 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Achille Vegetti, ex portavoce della sezione cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà, che spiega l'assenza di una li...

 

"Riaprire piazza alle auto non incentiva il commercio locale"

25 maggio 2018 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore, che commenta la proposta avanzata dal candidato del centrodestra, Vittorio Turconi, nella serata di confr...

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...