QuiArese

Mercoledì 13 dicembre 2017
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Calcio Mini Olimpiadi: raccolti 2.000 euro pro terremotati

Mini Olimpiadi: raccolti 2.000 euro pro terremotati

E-mail Stampa PDF

23 settembre 2016 - Una festa dello sport dedicata ai ragazzi ma soprattutto un grande evento benefico. Tutto questo sono state le Mini Olimpiadi di Arese, organizzate sabato scorso da Sg.sport al Centro Sportivo Davide Ancilotto. La giornata, che ha visto i ragazzi coinvolti direttamente dagli ambasciatori dei cinque sport inseriti nell’evento, ovvero Maurizia Cacciatori per il volley, Igor Cassina per la ginnastica artistica, Riccardo Pittis per il basket, Daniele Massaro e Moreno Torricelli per il calcio e Daniela Masseroni per la ginnastica ritmica, aveva infatti come ulteriore obiettivo quello di raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal sisma in centro Italia.

E in questo senso i numeri sono risultati importanti, visto che a fine giornata sono stati oltre 2.000 gli euro raccolti e quindi versati sul conto corrente della Croce Rossa Italiani. I contributi sono arrivati sia dal numeroso pubblico presente all’evento, sia direttamente da Sg.Sport, che ha versato una percentuale delle quote delle iscrizioni ricevute nella giornata di sabato. “E’ stata - commenta Stefano Colantuono, presidente di Sg.Sport - una grande festa per i bimbi di Sg.Sport, tutti presenti per inaugurare l’anno con lo specialissimo in bocca al lupo dei loro idoli. Ci terrei a estendere un ringraziamento speciale a Daniele Massaro, che ha voluto essere presente pur se in non buone condizioni fisiche, a causa di uno strappo muscolare rimediato pochi giorni prima dell’evento. Al di là della festa, siamo poi particolarmente orgogliosi di avere potuto contribuire con più di 2.000 euro alla raccolta fondi organizzata dalla Croce Rossa Italiana a favore delle popolazioni colpite dal terremoto”.

L’evento di sabato scorso si inseriva nel progetto “Allenarsi per il futuro”, che dallo scorso anno vede le società Bosch e Randstad, in collaborazione con Sg.Sport, impegnate per promuovere una sana cultura sportiva nei giovani. Progetto al quale hanno offerto il loro supporto anche campioni sportivi di fama internazionale, che offrono il loro contributo in veste di ambasciatori dello sport in generale e della loro disciplina in particolare. Lo scorso anno le iniziative presso il Centro Sportivo aresino hanno avuto cadenza mensile, con l’appuntamento periodico con “Incontra il campione”. Le date, oltre a offrire ai ragazzi la possibilità di confrontarsi di volta in volta con atleti di una specifica disciplina, hanno poi sempre avuto un risvolto solidaristico, in particolare con la raccolta fondi per Telethon.

Il progetto sabato scorso è stato illustrato da Gerhard Dambach, amministratore delegato di Bosch Spa, Roberto Zecchino, direttore risorse umane ed organizzazione di Bosch Italia e Sud Europa, Sabrina Castellan, direttore Scuola di Formazione Bosch Tec ed Elisa Zonca, project manager & career advisor di Randstad. Sono intervenuti anche il presidente di Sg.Sport, Stefano Colantuono, e il sindaco di Arese, Michela Palestra, che hanno sottolineato l’importanza per la comunità di iniziative come queste.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

il_centro_storico.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...