QuiArese

Lunedì 19 febbraio 2018
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Sport Pallanuoto Boom di iscritti per la pallanuoto di Sg

Boom di iscritti per la pallanuoto di Sg

E-mail Stampa PDF

14 gennaio 2015 - E’ ripartita la stagione della pallanuoto aresina di Sg Sport, con la società che può presentare numeri di tutto rilevo per questo movimento, ottenuti in due soli anni di attività. Al via quest’anno Sg schiera, infatti, dieci formazioni per un numero complessivo di 140 atleti, seguiti costantemente dai sette tecnici dei quali dispone la sezione. “In soli due anni - raccontano da Sg Sport - sono letteralmente esplose le adesioni. Lo scorso anno abbiamo chiuso con circa 100 atleti all'attivo e in questa nuova stagione, che ci ha visto esordire in questo fine settimana, abbiamo raggiunto la quota record di 140 atleti. Siamo molto felici delle nostre squadre e siamo certi che sulla nostra strada ci saranno ancora molte soddisfazioni da goderci. Il progetto è forte, come anche la pallanuoto che ad Arese è sempre più conosciuta e apprezzata”.

Il coordinatore della sezione Luca Di Cristofalo prova a spiegare le ragioni del più che positivo riscontro che sta ottenendo la pallanuoto ad Arese: “Sicuramente - dice Di Cristofalo - il merito va in primis alla società e al suo presidente Stefano Colantuono, che ha creduto in questo progetto e che ancora oggi ci sprona a far sempre meglio. Un ringraziamento particolare va dato anche a Pallanuotoitalia, movimento amatoriale  nato e costruito per far crescere questo sport e per dare grandi soddisfazioni alle società che seguono e condividono le loro iniziative. E ovviamente va ringraziato anche il gruppo di lavoro che in questi due anni ha saputo tirar fuori il meglio: il direttore Rampi, che collabora con me nella gestione delle attività, gli allenatori Arnaudi, Vavassori e Guarise impegnati nella gestione delle squadre giovanili e nello sviluppo della nostra squadra femminile, un setterosa al quale teniamo particolarmente, Tommasini  tra gli adolescenti e Pasetti e Taverna con gli atleti evoluti, distribuiti nella gestione delle dieci squadre che gestiamo. E che sono così suddivise: acqua gol U10, esordienti U12, ragazzi U14, allievi U16, juniores U18, U20, Promozione, Master con una squadra in serie A ed un'altra in serie B”.

Nel primo fine settimana di campionato a essere impegnate sono state sei di queste squadre, che hanno ottenuto tre sconfitte, due vittorie e un pareggio. La Under 18 ha impattato per 4-4 con Barzanò, la Under 14 e la Under 20 hanno perso rispettivamente con Barzanò (9-12) e Busto Nuoto (6-17). Vittorie per la Under 18, 8-6 su Viribus Unitis, e per la Master A, 7-5 su Varese Olona Nuoto, mentre hanno perso per 3-17 le ragazze della squadra femminile con Team Lombardia Rho.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese

 

Arese, la nostra città

valera_2.jpg

Il prossimo evento al QuiArese TechCafé

Banner

Banner

Banner

Le lettere

 

"Alcuni commenti sullo stato del verde pubblico"

21 ottobre 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un aresino, di professione agronomo, che fa il punto, per la verità parrebbe non molto felice, sulla situazione del...

 

"Quegli attraversamenti pedonali sono pericolosi"

31 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che segnala la pericolosità di alcuni attraversamenti pedonali sui viali Sempione e Gran Paradiso, con l...

 

"Il mio progetto per un parco giochi inclusivo"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di una lettrice che partecipato al bando relativo al bilancio partecipativo con un progetto relativo all’installazione di...

 

"Da anni reclamavamo maggiore disponibilità locali"

19 maggio 2017 - Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta in merito all’articolo “Da biblioteca a sede delle associazioni: i costi” (leggi qui), nel quale venivano in...

 

"Ok i nuovi alberi, ma c'è anche da fare manutenzione"

16 dicembre 2016 - Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di questo lettore che, prendendo spunto dall’articolo sul progetto di piantumazione di viale Luraghi (leggi qui), fa qu...